Il mondo delle barche a vela d'epoca arriva in Toscana

giugno 2014

Cinquanta signore del Mare in arrivo a Porto Santo Stefano per la seconda tappa del Panerai Classic Yachts Challenge 2014

GIUGNO 2014 – Dopo la prima tappa di Antibes, in Costa Azzurra, che ha visto la partecipazione record di 80 imbarcazioni, la flotta di vele d’epoca iscritte alla decima edizione del Panerai Classic Yachts Challenge 2014 si trasferisce in Toscana. Anche in questa occasione l’entusiasmo nei confronti del più importante circuito internazionale riservato alle barche classiche non accenna a diminuire. Sono infatti circa 50 gli scafi già iscritti alla sedicesima edizione dell’Argentario Sailing Week di Porto Santo Stefano, in programma dal 19 al 22 giugno. Gli yacht convenuti in Toscana verranno suddivisi in cinque categorie: Classici, Vintage, Big Boats, Spirit of Tradition, Classi metriche e monotipi.

L’organizzazione dell’evento è affidata al locale Yacht Club Santo Stefano che giovedì sera, presso la sua sede sul mare, offrirà un welcome cocktail di benvenuto a tutti i partecipanti. Le imbarcazioni si ormeggeranno lungo il Molo della Pilarella, di fronte al Villaggio Regate e al lounge Panerai, dove armatori ed equipaggi potranno ritrovarsi al rientro da ogni regata. Venerdì sera i regatanti saranno ospitati presso la Tenuta Agricola del Parco dell’Uccellina per un gala dinner, sabato ci sarà l’aperitivo in banchina con ostriche e champagne e infine domenica, dopo la premiazione, il cocktail di arrivederci. 

Verranno disputate tre regate, su percorsi a triangolo o a bastone, nel tratto di mare compreso tra il Golfo di Talamone e le spiaggie della Giannella, su acque color turchese che contribuiscono a rendere questi luoghi tra i più belli e affascinanti in Mediterraneo per la pratica dello sport velico.

Tra le Big Boats Cambria del 1928 e Moonbeam IV del 1914, lunghe rispettivamente 40 e 31 metri, si preannuncia una sfida all’ultimo miglio, visto che entrambe si sono già aggiudicate due trofei Panerai nella propria categoria. Chi parteciperà a più eventi nel corso dell’anno aumenterà le proprie possibilità di vincere il trofeo per tre volte, privilegio conquistato fino ad oggi solo da Rowdy nella categoria Epoca e Emeraude tra i Classici. 

Ogni altra imbarcazione partecipante porterà con sé anni di storia nel settore dello yachting. Il J-Class di 36 metri Shamrock V è stato sfidante inglese di Coppa America negli anni Trenta. Argyll, Comet, Manitou, Skylark of 1937, Stormy Weather, Voscià e Vim sono tutte figlie del genio della progettazione americana Olin Stephens, scomparso nel 2008 all’età di 100 anni. Da ultranovantenne ha anche presenziato e regatato in occasione di alcune edizioni dell’Argentario Sailing Week e proprio nel 2004 qui gli era stata conferita la cittadinanza onoraria. Il ketch aurico Javelin, varato nel 1897, sarà invece la più vecchia imbarcazione partecipante.

La Marina Militare schiererà quattro delle sue più prestigiose imbarcazioni scuola in legno, impiegate per l’addestramento alla vela dei futuri ufficiali. Si tratta di Capricia del 1963, Stella Polare del 1965, Corsaro II del 1961 e Chaplin del 1974, donata alla Marina dalla famiglia genovese Novi. Quest’ultima è uno sloop bermudiano entrato nell’albo d’oro del Trofeo Panerai per essersi aggiudicato la vittoria stagionale nel 2009 nella categoria Classici.

Per celebrare il centenario della Classe, all’Argentario regaterà anche una piccola flotta di Wianno Senior, il classico monotipo lungo 7,60 metri, progettato negli USA nel 1914, sul quale si formò velisticamente il Presidente J.F. Kennedy. All’Argentario saranno quattro i Wianno presenti, Pyxis, Raindrop, Wind & Wine e Wianno, due dei quali ospiteranno altrettanti equipaggi americani capitanati da Timothy W. Fulham, presidente dell’associazione statunitense. I Wianno, oltre a gareggiare nella categoria Spirit of Tradition, costituiranno anche una classifica separata.

L’Argentario Sailing Week si preannuncia dunque come un evento imperdibile e accessibile a tutti gli appassionati. Le imbarcazioni saranno infatti ormeggiate in un contesto urbano frequentato da numerosi cittadini e turisti. Dai promontori circostanti e dal lungomare di Porto Santo Stefano sarà inoltre possibile ammirare facilmente le regate in mare, proprio come se si svolgessero in un ampio anfiteatro naturale.

Le successive quattro regate del Circuito Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge si svolgeranno tra l’Italia, la Spagna e la Francia: Vele d’Epoca a Napoli (Napoli, IT, 2-6 luglio), Copa del Rey (Minorca, ES, 26-30 agosto), Vele d’Epoca di Imperia (Imperia, IT, 10-14 settembre), Régates Royales (Cannes, FR, 23-27 settembre). Gli altri eventi in calendario sono la Panerai British Classic Week di Cowes (12-19 luglio) e le regate del Circuito Nordamericano (Marblehead Corinthian Classic Yacht Regatta, 8-10 agosto; Nantucket Opera House Cup, 13-17 agosto; Newport MOY Classic Yacht Regatta 29-31 agosto). 

  • Il mondo delle barche a vela d'epoca arriva in Toscana

Elenco ultime news