MARIELLA SI AGGIUDICA IL PREMIO PANERAI ALL'ANTIGUA CLASSIC YACHT REGATTA

aprile 2017

A quasi ottant’anni dal varo, avvenuto nel 1938 presso il famoso cantiere scozzese William Fife & Son, lo yawl bermudiano Mariella si è aggiudicato l’orologio Panerai per la vittoria conseguita in occasione della trentesima edizione della Antigua Classic Yacht Regatta. Suo anche il premio Panerai per la vittoria di classe (Vintage ‘B’), dove ha battuto titolate imbarcazioni come The Blue Peter del 1930, anch’essa progettata dallo scozzese Mylne, e Latifa del 1936, un altro Fife vincitore assoluto del concorso di eleganza.

Mariella è uno scafo lungo 24 metri costruito interamente in legno su progetto dell’architetto scozzese Alfred Mylne. Protagonista nel 1980 di un giro del mondo, appartiene da un quarto di secolo al livornese Carlo Falcone, console italiano di Antigua e Barbuda che l’ha condotto alla vittoria a Antigua già in altre occasioni. Numerose le traversate atlantiche compiute da questa barca, che nel 2015 è stata sottoposta ad un importante restauro presso il cantiere Del Carlo di Viareggio, in Toscana. Tornata ai Caraibi a fine 2016 in perfetto stato di manutenzione, ha dimostrato ancora una volta di essere uno degli scafi d’epoca più competitivi.

Nella categoria ‘Vintage A’ il primo posto è andato alla storica goletta in acciaio Mariette of 1915, già plurivittoriosa in occasione di numerose regate di vele d’epoca in Mediterraneo. Mariette ha battuto Mary Rose del 1925. Entrambe sono frutto del genio progettuale di Nathanael G. Herreshoff di Bristol, tra i più influenti yacht designer del diciannovesimo e ventesimo secolo.

Con quattro vittorie in quattro regate lo yacht di 64 metri Adix, costruito in Spagna nel 1984 su progetto dello studio olandese Dijkstra & Partners, si è aggiudicato la vittoria nella categoria ‘Classic A’ precedendo altri giganti della vela come Spirit of Bermuda e Columbia. A Saphaedra del 1965 è andata invece la vittoria nella categoria ‘Classic B’.

Il 13 metri Genesis del 2005 ha raggiunto il più alto gradino del podio nella categoria ‘Traditional’. Questa barca appartiene al raggruppamento dei Carriacou Sloops, le robuste imbarcazioni costruite in legno a fasciame ad Antigua ispirandosi a quelle un tempo impiegate per gli scambi commerciali tra le isole.

Infine, tra gli ‘Spirit of Tradition’, la vittoria è andata al 19 metri Chloe Giselle del 2015, uno Spirit Yachts progettato dall’architetto inglese Sean Mc Millan.

Le imbarcazioni vincitrici negli altri sottogruppi sono state Vagabundo II (Vintage ‘C’), Juno (Classic ‘C’), Musketeer of Stutton (Classic ‘D), Frolic (Classic GRP ‘A’), Iris J (Classic GRP ‘B’) e Chronos (Tall Ship).

Le regate di flotta sono state precedute dalla ‘Single-Handed Race’, competizione riservata alle barche condotte in solitario. Quindici gli scafi partecipanti a questa speciale regata, vinta dalla sopracitata Saphaedra nella categoria ‘Barche superiori a 13 metri’ e da Stiletto del 1961 nella categoria ‘Barche inferiori a 13 metri’.

Il Panerai Classic Yachts Challenge proseguirà con Les Voiles d’Antibes, primo appuntamento del Circuito del Mediterraneo in programma dal 31 maggio al 4 giugno presso l’omonima città della Costa Azzurra.

  • MARIELLA SI AGGIUDICA IL PREMIO PANERAI ALL'ANTIGUA CLASSIC YACHT REGATTA

Elenco ultime news