Orologi Panerai

Dettaglio

Il nuovo Luminor 1950 PCYC 3 Days Chrono Flyback Automatic svela il legame con il mondo della vela classica attraverso la magistrale combinazione di tecnologia, design e piccoli dettagli affascinanti, come l'incisione di un'elegante vela classica sul retro, sotto la scritta PANERAI CLASSIC YACHTS CHALLENGE.

La forte identità sportiva è incarnata soprattutto dalla funzione cronografo flyback del calibro automatico di Manifattura P.9100: il pulsante a ore 8 azzera istantaneamente le lancette del cronografo e le riavvia immediatamente, senza necessità di fermarle prima e azzerarle premendo il pulsante di arresto e azzeramento alle ore 10. La cassa del PAM00653 ha un quadrante nero con numeri beige ed è corredata da un cinturino in pelle marrone non trattata con impunture a contrasto.

Per migliorare la leggibilità del quadrante e delle relative funzioni, le lancette dei secondi e dei minuti cronografici sono di colori diversi e si trovano in posizione centrale, mentre il contatore delle ore è situato a ore 3 e i piccoli secondi a ore 9, con lancetta dello stesso colore della lancetta centrale dei secondi cronografici.

Un altro elemento che esprime il legame con il mare, svolgendo al contempo un'utile funzione supplementare, è la scala tachimetrica in nodi stampata sul rehaut, che consente di misurare la velocità media della barca su una particolare distanza (un miglio marino) con la lancetta dei minuti cronografici. La cassa del nuovo Luminor 1950 PCYC 3 Days Chrono Flyback Automatic è di 44 mm di diametro ed è realizzata in acciaio inossidabile AISI 316L, una lega estremamente resistente alla corrosione.

Dello stesso materiale della cassa ma con una finitura satinata a contrasto, il caratteristico dispositivo a ponte con leva di bloccaggio della corona contribuisce a garantire l'impermeabilità dell'orologio a 10 bar (una profondità di circa 100 metri).

Scheda tecnica

LUMINOR 1950 PCYC 3 DAYS CHRONO FLYBACK AUTOMATIC ACCIAIO – 44mm

LUMINOR 1950 PCYC 3 DAYS CHRONO FLYBACK

Movimento: 
Meccanico a carica automatica, calibro P.9100, interamente realizzato da Panerai, 13¾ linee, spessore 8,15 mm, 37 rubini, bilanciere in Glucydur®, 28.800 alternanze/ora. Dispositivo antiurto Incabloc®. Riserva di carica di 3 giorni, due bariletti. 302 componenti.

Funzioni: 
Ore, minuti, piccoli secondi, cronografo flyback, azzeramento secondi

Cassa: 
Diametro 44mm, acciaio lucido AISI 316L

Lunetta: 
Acciaio lucido

Fondo: 
Viti, acciaio

Dispositivo proteggi-corona: 
(protetto da trademark) In acciaio satinato

Quadrante: 
Nero con numeri arabi luminescenti. Contatore del cronografo alle ore 3, piccoli secondi alle ore 9, lancetta dei secondi cronografici e lancetta dei minuti al centro.

Vetro: 
Vetro in zaffiro (corindone)

Impermeabilità: 
10 bar (~100 metri)

Cinturino: 
Calf Assolutamente, Marrone scuro, Beige, 24/22 MM Standard

* I marchi Velcro® e Coramid® non sono di proprietà di Officine Panerai.

LUMINOR 1950 PCYC 3 DAYS CHRONO FLYBACK LUMINOR 1950 PCYC 3 DAYS CHRONO FLYBACK
Movimento

P.9100

Il calibro P.9100 è il primo movimento a carica automatica con funzione cronografica sviluppato e interamente realizzato nella manifattura Panerai a Neuchâtel, con materiali e criteri di lavorazione al vertice del settore per tecnologia, qualità e affidabilità. Con cronografo a innesto verticale e ruota a colonne, il nuovo calibro è caratterizzato, oltre che dal datario, dal conteggio dei minuti visualizzato mediante una lancetta centrale, che compie uno scatto ogni sessanta secondi, e dall’utile funzione flyback. Quest’ultima permette di azzerare e far ripartire istantaneamente le lancette del cronografo già in movimento senza doverle prima fermare, riportare a zero e quindi far ripartire. Tale funzione si attiva premendo il pulsante a ore otto, che serve anche per riportare a zero tutte e due le lancette quando il cronografo è già stato fermato. Il calibro P.9100 misura 13 ¾ linee di diametro (31 mm), ha uno spessore di 8,15 mm, 37 rubini ed è formato da 302 componenti. I due bariletti in serie consentono una riserva di carica di 72 ore. La scelta del doppio bariletto permette l’impiego di molle più sottili e lunghe, a vantaggio della durata e regolarità dell’erogazione dell’energia. La carica automatica avviene con rotore bidirezionale su cuscinetto a sfere e mediante due sottili bracci terminanti con arpioni, che provvedono ad armare le molle dei bariletti ad ogni movimento del rotore stesso. Sorretto da un ponte singolo con dispositivo antiurto KIF Parechoc®, il bilanciere in Glucydur® oscilla a 28.800 alternanze orarie (pari a 4hz) ed è del tipo a inerzia variabile, con la regolazione effettuabile per mezzo di quattro viti a testa quadra poste sul perimetro esterno della corona; la spirale è quindi libera, senza la racchetta che potrebbe essere fonte di perturbazioni.