Regolamento Circuito Nordamericano

Località ospitanti

 

 

Organizzazione

Il North American Panerai Classic Yachts Challenge (N.A. PCYC) è di proprietà di Officine Panerai e si svolge sotto l’autorità congiunta dei tre organismi ospitanti:

  • Corinthian Yacht Club (CYC), Marblehead, MA
  • Nantucket Community Sailing, Inc. (NCS), Nantucket, MA
  • IYRS, Newport, RI
Eleggibilità e iscrizioni

Il bando di gara e regole correlate disciplinano unicamente il calcolo del punteggio e l’attribuzione di riconoscimenti per regate secondarie e di serie offerti da Panerai a specifiche sottocategorie di partecipanti. I partecipanti rientranti nelle classificazioni indicate di seguito sono idonei ad aggiudicarsi i premi Panerai. I dettagli forniti nel presente bando di gara non sostituiscono, né intendono sostituire, gli specifici criteri di partecipazione alle regate e di vincita dei premi sanciti dall’autorità organizzatrice locale. La partecipazione al N.A. PCYC ha carattere volontario e non costituisce un presupposto per poter gareggiare nelle singole regate.

Gli yacht conformi ai criteri di idoneità previsti dal N.A. PCYC 2016 di cui a seguire, e che abbiano inoltre precedentemente partecipato al N.A. PCYC, verranno automaticamente inclusi in una delle categorie N.A. qui descritte, senza che si rendano necessarie ulteriori domande. Tutte le altre imbarcazioni devono fare domanda di inclusione o richiedere un’esenzione.

Lo spirito e l’intenzione di queste regole e classificazioni consiste nel far gareggiare e contrapporre imbarcazioni il più possibile simili: ci siamo adoperati in passato, e continueremo a farlo in futuro, affinché queste classificazioni vengano adottate, verificate e migliorate nell’intento di promuovere tale obiettivo.

Le imbarcazioni possono partecipare al N.A. PCYC se in possesso delle caratteristiche necessarie per rientrare in una delle seguenti categorie:

  • (Classici) Grand Classics
  • (Classici) Corinthian Yachts
  • (Classici) Day Racers
  • (Grand Prix) Yachts - [Spirit of Tradition, Modern Classics e Vintage Grand Prix]
  • (Grand Prix) Day Racers - [Spirit of Tradition, Modern Classics e Vintage Grand Prix]
Categorie

Categorie Classiche

  • Deriva fissa (o retrattile), chiglia e timone separati.
  • Imbarcazioni progettate fino al 1967 compreso.
  • Imbarcazioni in acciaio/alluminio e legno.
  • Realizzate utilizzando materiali e metodi originali, come da progetto.
  • Dotate esclusivamente di antenne in alluminio o legno e cavi o cime tradizionali (non è consentito l’uso di elementi in tondino, fibra di carbonio, Kevlar, ecc...)
  • Imbarcazioni dotate di zavorra fissa.

Materiali consentiti per le vele

Materiali intessuti (tela, Nylon, Dacron nonché tessuti più contemporanei come Vectran e Hydranet). Nota: sono proibite le vele che utilizzano avanzate tecnologie di modellazione (3DL o simili), la costruzione laminata o composita o materiali quali, ma non solo, Mylar, Kevlar, Spectra, fibra di carbonio, ecc.

Alimentazione manuale/Verricelli idraulici

  • Sugli yacht d’epoca e classici la cui LOA è inferiore a 75 piedi è proibito l’uso di verricelli idraulici o altre apparecchiature (a meno che facciano parte del progetto originale) per manovrare una qualsiasi parte delle vele, del cordame, della zavorra o del timone.
  • Per tutte le imbarcazioni incluse nella categoria di Yacht Classici la cui LOA è superiore o uguale a 75 piedi, la regola RRS 52 è stata annullata. La regola RRS 52 continua ad essere in vigore per gli Yacht Classici con LOA inferiore a 75 piedi.
  • Qualsiasi yacht appartenente alla Categoria Classic con LOA inferiore a 75 piedi che gareggi contravvenendo alla regola RRS 52 verrà riposizionato a gareggiare nella categoria Grand Prix.

Sottocategorie di Yacht Classici

  • Grand Classics: yacht classici, dislocamento pari ad almeno 21.772 kg, con cabine e LOA superiore a 55 piedi.
  • Corinthian Yachts: yacht classici, dislocamento compreso fra 7.257 e 21.722 kg., con cabine a breve pernottamento e LOA compresa fra 40 e 55 piedi.
  • Day-Racers: yacht classici, dislocamento inferiore a 7.257 kg, LOA compresa tra i 24 e 39 piedi, senza motore ausiliario, con piccole cabine o senza cabine, progettati per brevi alture diurne e per navigazioni
    costiere.

NOTA: le descrizioni di cui sopra per tutte le classificazioni non hanno valore assoluto. Qualora un’imbarcazione non risulti del tutto conforme a quanto sopra, la sua assegnazione di categoria verrà determinata dal comitato N.A. PCYC d’intesa con il comitato tecnico CRF utilizzando, per quanto possibile, i criteri qui presenti ed altri ancora Il comitato N.A. PCYC si riserva all’occorrenza il diritto di modificare e adattare le presenti categorie e assegnazioni al fine di garantire l’obiettivo principale di far gareggiare e competere imbarcazioni simili. Si prega di fare riferimento ai regolamenti di gara e ai bollettini di ciascun evento per indicazioni specifiche di classe.

Tutte le categorie Grand Prix

Le categorie in questione comprendono tutti gli yacht Spirit of Tradition, nonché le repliche di moderna costruzione (Modern Classics) e gli yacht classici (Classici Grand Prix) equipaggiati per un livello competitivo assai più elevato rispetto agli yacht tradizionali d’epoca descritti in precedenza.

  • Gli yacht Spirit of Tradition sono imbarcazioni in acciaio/alluminio e legno progettate nel 1968 o successivamente, il cui intento consiste nell’evocare perfettamente l’aspetto e l’atmosfera di un classico
    d’epoca
  • I Modern Classics sono imbarcazioni in legno costruite o ricostruite utilizzando la tecnica dello stampo a freddo o altri metodi moderni impiegati prevalentemente per le imbarcazioni in legno, indipendentemente dall’anno di progettazione.
  • Le imbarcazioni Grand Prix Classici presentano notevoli modifiche nel design dello scafo, nei materiali e nell’attrezzatura al fine soprattutto di ottenere una prestazione migliore, ivi compresi l’utilizzo di sartiame significativamente modernizzato, il rivestimento del fasciame allo scopo di ottenere una migliore prestazione e anche l’utilizzo di fibre di carbonio
    per lo scafo o per appendici e timone. Imbarcazioni classiche che utilizzano materiali moderni per la velatura e tecniche di costruzione moderne (con il che si intendono materiali e tecniche non consentiti nelle categorie classiche). Yacht classici attrezzati con alberatura in fibra di carbonio o in titanio (tra cui i buttafuori e i tangoni) o sartiame fisso non compreso nel design e nel progetto originari, aggiunto al fine di ottimizzare le prestazioni. E tutti gli altri yacht classici che non soddisfano tutti i requisiti della categoria Yacht Classici/d’epoca.

Tutte le categorie Grand Prix - Idoneità e regole

  • Per tutte le imbarcazioni della categoria Grand Prix è stata cancellata la regola RRS 52 (è permesso l’uso di verricelli ed apparecchiature idrauliche, vang ecc.)
  • È consentito l’utilizzo di antenne in fibra di carbonio, di velature in materiali moderni e di tecniche di costruzione moderne
  • In tutti gli yacht Grand Prix sono proibiti i seguenti elementi di design e costruzione:
    • Specchi di poppa aperti
    • Chiglie alate o basculanti/mobili (derive non comprese)
    • Foil/hydrofoil o qualsiasi dispositivo progettato al fine di ridurre il dislocamento o la superficie bagnata mediante una spinta verso l’alto
    • Molteplici scafi, bilancieri o timoni
    • Vele quadrate superiori
    • Zavorra rimovibile, trapezio o imbarcazioni che si basano principalmente su altri metodi di stabilizzazione temporanea rispetto alla zavorra fissa
    • Nucleo in Kevlar, schiuma, aramide o fibra di carbonio o esteso utilizzo dei suddetti materiali nello scafo o come elemento strutturale significativo dello scafo medesimo, delle appendici o del ponte

Sottocategorie Grand Prix

  • Yacht Grand Prix: imbarcazioni Spirit of Tradition, Grand Prix Classici e Modern Classics con dislocamento superiore a 7.257 kg e LOA superiore a 39 piedi.
  • Grand Prix Day-Racers: imbarcazioni Spirit of Tradition, Vintage Grand Prix e Modern Classics con dislocamento inferiore a 7.257 kg e LOA compresa tra i 24 e 39 piedi, senza motore ausiliario, con piccole cabine o senza cabine, progettate per brevi alture diurne e per navigazioni costiere.

NOTA: le descrizioni di cui sopra per tutte le classificazioni non hanno valore assoluto. Qualora un’imbarcazione non risulti del tutto conforme a quanto sopra, la sua assegnazione di categoria verrà determinata dal comitato
N.A. PCYC d’intesa con il comitato tecnico CRF utilizzando, per quanto possibile, i criteri qui presenti ed altri ancora Il comitato N.A. PCYC si riserva all’occorrenza il diritto di modificare e adattare le presenti categorie e assegnazioni al fine di garantire l’obiettivo principale di far gareggiare e competere imbarcazioni simili. Si prega di fare riferimento ai regolamenti di gara e ai bollettini di ciascun evento per indicazioni specifiche di classe.

Gli yacht precedentemente ammessi a partecipare al N.A. PCYC ma caratterizzati da elementi di design e costruzione attualmente proibiti, possono fare domanda di esenzione individuale al N.A. PCYC con almeno 14 anni giorni di
preavviso rispetto all’evento a cui intendono partecipare.
Le decisioni prese al riguardo dal N.A. verranno considerate definitive e non potranno essere contestate.

Regole
  1. Si applicano le regole del Racing Rules of Sailing (RRS) ad eccezione di eventuali modifiche come da presente Addendum o incluse nel bando di gara di ciascuna regata.

    CATEGORIE SENZA SPINNAKER: LIMITI RISPETTO ALLE VELE DI PRUA E ALLE APPARECCHIATURE
  • Regola RRS 50.4, vele di prora, modificata come segue: per quanto attinente alle regole 50 e 54 e all’Allegato G, la differenza tra una vela di prora e uno spinnaker consiste nel fatto che la larghezza di una vela di prora, misurata tra i punti mediani della ralinga e della balumina, è inferiore al 50% della lunghezza della base. Una vela murata dietro l’albero di maestra non è una vela di prora [Nota: questo si attiene alla
    definizione inclusa nel precedente RRS]
  • Deve essere presente un solo fiocco alla volta nell’attrezzatura prodiera. Sono consentiti cioè solo cambi di vele bare headed, ovvero è necessario ammainare una vela prima di issarne un’altra. Il presente punto modifica la regola RRS 50.1
  • Le attrezzature con due vele prodiere bona fide (definite come correttamente attrezzate, compresi i punti fissi permanenti sul ponte e sull’albero) possono montare una vela di strallo inferita allo stralletto interno
  • Tutte le vele prodiere devono essere fissate lungo la linea di mezzeria dell’imbarcazione
  • Tutte le vele dell’attrezzatura prodiera devono essere inferite per la lunghezza completa dello strallo (eccetto le vele avvolgibili su strallo fisso). È proibito montare una vela prodiera esclusivamente sul bordo e sulla testa o su un cavo interno, senza il numero corretto di cavi (almeno quattro), uniformemente distanziati e affissi allo strallo di prua
  • Sono permesse le vele di strallo di mezzana. Sugli schooner è permesso un fisherman o un gollywobbler. Sono proibiti gli spinnaker di mezzana
  • Tutti gli yacht dovranno limitare la superficie velica a quanto definito nel proprio certificato CRF. Ciò comprende un massimo del 150% LP per le vele prodiere, salvo indicazione contraria, nel qual caso un’imbarcazione potrà issare una vela prodiera sino al proprio LP massimo
  • Sono proibiti spinnaker e drifter, tra cui fiocchi in nylon o in altri materiali leggeri, solitamente utilizzati nella produzione degli spinnaker
  • È possibile usare un buttafuori o un tangone a lunghezza fissa e non regolabile per spiegare un fiocco fintanto che nessun’altra vela, compresa quella di strallo, venga issata nel triangolo prodiero. Il tangone, se in uso, deve essere fissato all’albero secondo la regola RRS 50.2
  • I buttafuori e i tangoni non devono essere di lunghezza variabile e non possono superare il 110% della dimensione J dello yacht
Punteggio

A ogni regata sarà assegnato un punteggio utilizzando la Classic Rating Formula (CRF). La regola CRF presuppone che un’imbarcazione sia in condizioni  “atte a gareggiare”, per esempio: lo scafo sotto la linea di galleggiamento deve
essere pulito, le vele devono essere in buone condizioni, l’equipaggiamento di bordo deve essere in buono stato di manutenzione e l’equipaggio deve possedere un buon livello di esperienza.

Le imbarcazioni devono essere iscritte ad almeno due delle tre regate in programma per partecipare al N.A. PCYC e una delle due regate deve essere la Newport Classic Yacht Regatta.

Il N.A. PCYC intende assegnare premi per ogni regata (in aggiunta a quelli vinti o assegnati dalle singole regate) all’imbarcazione che ha ottenuto il punteggio migliore in ciascuna delle categorie definite nel presente documento. Il PCYC si riserva il diritto di assegnare altri premi, tra nuove classi, in base alle circostanze.

Qualora una regata preveda l’inclusione di una o più classi con spinnaker oltre a quelle senza spinnaker di cui al presente documento, i punteggi normalizzati delle classi con spinnaker verranno inclusi nella serie N.A. PCYC e considerati ai fini del calcolo del punteggio complessivo, purché siano soddisfatti tutti gli altri requisiti di idoneità per la relativa categoria. Quando una categoria prevede sia
una classe con spinnaker che una senza, il vincitore della regata per la categoria in questione sarà l’imbarcazione con il punteggio normalizzato più basso.

Il N.A. PCYC potrebbe inoltre determinare l’imbarcazione che vanta la prestazione migliore in una regata usando il metodo del punteggio complessivo per ciascuna classe (quando si sono conteggiate più di due gare) normalizzato in base al numero di imbarcazioni compreso nelle suddette. Si aggiudica la vittoria l’imbarcazione che totalizza il punteggio combinato normalizzato più basso. Quando in una regata viene conteggiata una sola prova, l’imbarcazione dalla prestazione migliore sarà quella vincitrice della classe più competitiva (determinata dall’ordine, tempo compensato e numero delle imbarcazioni di ciascuna classe presenti nella prima metà della classifica di arrivo).

Le imbarcazioni di tutte le categorie qui elencate (o di qualsiasi altra categoria riconosciuta dal N.A. PCYC durante ogni regata) possono vincere il premio per la migliore prestazione in assoluto nella regata.

I vincitori della Serie saranno determinati grazie al punteggio ottenuto in ciascuna delle gare di Serie usando il metodo di normalizzazione. Il punteggio finale di ogni yacht nella stessa categoria, calcolato in ogni gara usando il Low Point System o Punteggio Basso della regola A4, sarà diviso per il numero delle imbarcazioni nella stessa classe che hanno completato la gara. Utilizzando i tre punteggi migliori, verranno sommati i punti di ciascuno yacht e quello con il punteggio più basso sarà il vincitore, quello con il secondo punteggio più basso sarà al secondo posto, ecc. Ciò modifica la regola A9.

Il punteggio di tutte le classi verrà conteggiato indipendentemente dal numero di partecipanti: tuttavia, ai fini della normalizzazione dovranno essere conteggiati almeno cinque partecipanti per classe (ciò significa che il punteggio di una classe con tre soli partecipanti verrà calcolato come se i partecipanti fossero cinque).

I punteggi del N.A. PCYC sono basati sulle gare portate a termine nelle singole divisioni Grand Prix o Classic (e classi con o senza spinnaker) in cui hanno gareggiato in ciascuna regata. In caso di parità anche dopo aver applicato la regola A8, il vincitore verrà determinato in base al numero di gare completato (vince l’imbarcazione con il punteggio più elevato). Qualora neanche questo criterio risulti sufficiente, la vittoria verrà assegnata all’imbarcazione che abbia
totalizzato i tre punteggi cumulativi e non normalizzati più bassi o, se ciò non è possibile a quella che ha totalizzato i quattro punteggi cumulativi e non normalizzati più bassi, e così via.

Numero minimo di gare necessario per il calcolo del punteggio e l'assegnazione dei premi

Ci sono come minimo sette possibili gare da valutare: due (2) a Marblehead, MA con la Corinthian Classic Yacht Regatta, due (o più - dettaglio da definire) con la
Sail Nantucket Regatta, una (1) con la Opera House Cup Regatta e due (2) a Newport, R.I. con la Newport Classic Yacht Regatta. I tre punteggi normalizzati migliori delle due o tre regate a cui è iscritta un’imbarcazione determineranno il punteggio complessivo della singola imbarcazione per il N.A. PCYC. Quindi, se un’imbarcazione partecipa a tutte le regate possibili, i tre (3) punteggi  normalizzati migliori saranno usati per determinare il punteggio complessivo per i trofei N.A. PCYC.

Nel caso in cui uno yacht qualificato si iscriva a due regate ma non riesca a completare la terza gara tra le due regate necessaria per qualificarsi, la media delle due gare portate a termine determinerà il punteggio della terza.

Nel caso in cui uno yacht si iscriva a due regate, ma non riesca a completare la seconda e la terza gara tra le due suddette regate, il comitato N.A. PCYC assegnerà dei punteggi adeguati atti a stabilire i vincitori in assoluto del N.A. PCYC.

Premi

Vi saranno due vincitori overall per stagione, uno per il migliore yacht delle tre categorie di Yacht Classici e uno per il migliore delle due divisioni Grand Prix.

La cerimonia ufficiale delle premiazioni si terrà durante la cerimonia di  premiazione della Newport Classic Yacht Regatta. Per avere diritto ai trofei overall del N.A. PCYC, le imbarcazioni devono partecipare all’evento conclusivo di Newport e devono essere rappresentate alla cerimonia di premiazione della Newport Classic Yacht Regatta.

Saranno messi in palio i seguenti premi:

N.A. Panerai Classic Yachts Challenge Trophy per Yacht Classici:
Una riproduzione autentica del N.A. Panerai Classic Yachts Challenge Trophy sarà assegnata al vincitore overall della serie tra gli Yacht Classici, ossia l’imbarcazione con i tre migliori punteggi combinati normalizzati nelle regate di partecipazione.

N.A. Panerai Classic Yachts Challenge Trophy per Yacht Grand Prix:
Una riproduzione autentica del N.A. Panerai Grand Prix Yachts Challenge Trophy sarà assegnata al vincitore overall fra gli yacht delle categorie Grand Prix, ossia l’imbarcazione con i tre migliori punteggi combinati normalizzati nelle regate a cui ha partecipato.

La sede permanente dei trofei N.A. PCYC è la biblioteca IYRS situata al quarto piano del Mill building all’indirizzo 449 Thames Street, Newport, Rhode Island

Comitato

Il comitato del N.A. PCYC comprende il presidente, i copresidenti dei vari eventi e rappresentanti di Officine Panerai. È inoltre presente un comitato consultivo formato da:

  • Presidente Onorario: Angelo Bonati
  • Presidente 2016: Susan Wayne
  • Rappresentante Marblehead: Bruce Dyson
  • Rappresentante Nantucket: Diana Brown
  • Rappresentante Newport: Simon Davidson
  • Rappresentanti Officine Panerai: Gabriele Pedone e Michele Gallagher
  • Rappresentante Comitato CRF: Chris Wick
  • Capi segnapunti: Bill Doyle
  • Delegati straordinari: Timmy Dittrich, Bill Druckemiller
    & Tim Rutter

Il comitato N.A. PCYC si riserva il diritto di eleggere ulteriori membri a carattere consultivo in base alle necessità.